Romics 2012: Qualche considerazione

 
 

Domenica si è concluso il Romics2012, la quattro giorni dedicata al mondo dei fumetti e videogames presso la fiera di Roma, una festa per giovani (e meno giovani) appassionati venuti da tutta Italia, una buona occasione per gli espositori per farsi conoscere. Nei miei due giorni d’avventura in fiera ho avuto modo di divertirmi, fare un po di acquisti e passare piacevoli momenti, ma anche qualche momento “no” a causa di più o meno piccoli inconvenienti su cui vorrei far qualche personale considerazione.

Trasporti
Il Romics essendo uno dei più grandi eventi in Italia legato al mondo dei fumetti & videogame, sopratutto direi il principale per l’area da Roma in giù,  attrae un gran numero di visitatori, chi in macchina, chi in pullman, chi in treno in virtù della fermata “Fiera di Roma” della FR1. Personalmente, vivendo a Roma e potendo facilmente raggiungere una delle fermate cittadine della FR1, ho optato per il terzo anno consecutivo per il treno, notato che le cose non cambiano. I treni per quanto possano essere capienti, non riescono a soddisfare in modo “umano” il flusso di ragazzi diretti in fiera, sopratutto in virtù degli orari del weekend che portano la frequenza del treno da 15min a 30min (ritardi esclusi) in quelli che sono i due giorni di maggiore afflusso; probabilmente è troppo complicato organizzarsi un minimo tra enti, organizzatori e ferrovie per garantire un servizio almeno al pari dei giorni feriali, se non potenziato, in occasioni di manifestazioni di questa portata. Mi permetto anche di considerare la fermata “Fiera di Roma” totalmente inadeguata ai flussi di viaggiatori che la fiera per cui è stata costruita attrae in giorni come questi; è assurdo dover impiegare più di 15minuti per poter uscire dalla stazione perchè l’unico accesso è costituito da un ponte pedonale che collega 3 rampette di scale, una all’esterno ed una per ciascuna banchina.  Per quello che riguarda auto e pullman, la situazione non sembrava rosea nemmeno per loro, alle 18:00 di Domenica il traffico in uscita dalla fiera sembrava totalmente bloccato.

Copertura Telefonica & Internet
Personalmente sono rimasto colpito dalla scarsa copertura delle reti mobili nei padiglioni della fiera, sia per quello che è il mio operatore, 3, sia per quello su cui il mio cellulare sarebbe dovuto andare in roaming, TIM; praticamente zig zagando tra i vari stand il cellulare perdeva continuamente il segnale, per poi riprenderlo qualche metro più avanti, con conseguente rapido scaricamento della batteria. In quei momenti in cui si riusciva ad avere linea, anche se lo smartphone segnalava l’accesso alla rete 3G la navigazione era praticamente impossibile, inquanto sicuramente la rete d’accesso a disposizione nella zona era completamente saturata dalle migliaia di smartphone presenti nell’area. Possibile considerare una migliore copertura di un’area che durante tutto l’anno ospita vari eventi accomunati dal grande flusso di visitatori? Possibile che nessuno abbia pensato di tapezzare l’area di hotspot WiFi, con la possibilità di dare uno spunto più “social” all’evento nel momento in cui gli utenti possono condividere foto e pensieri senza dannarsi?

Stand del Ramen
Gli appassionati di Manga & Anime sicuramente son felici quando in fiera hanno modo di assaggiare i fantomatici spaghetti precotti che tante volte han visto nelle loro opere preferite, ed al Romics ogni anno è possibile acquistare e consumare l’ambito pasto. Peccato che a causa della posizione dello stand che vendeva il Ramen, per almeno un paio di ore un intero tratto del padiglione 11 fosse invivibile. Orde di ragazzini (e non), allupati alla vista della loro preda, pronti a tutto pur di ottenere una confezione del prodotto, spingendo, sgomitando e concedendo anche qualche dolce parola a chiunque sul proprio percorso, in un tratto di padiglione in cui la folla di visitatori era praticamente bloccata essendo volente o nolente divenuti tutti parte integrande dell’immensa fila per pagare e ritirare il ramen. Mi spiace per gli stand che han avuto la sfiga di trovarsi dirimpetto a quello assaltato, vista l’impossibilità per il pubblico durante il primo pomeriggio di potersi avvicinare e visionare i loro prodotti, sopratutto considerando che non avran sicuramente pagato il posto meno di uno in tratti più vivibili. La cosa che più mi ha meravigliato è che mentre quella zona era praticamente fuori da ogni logica, un bel pezzo del padiglione 12 era totalmente libero da stand e banchetti. Spero che in futuro l’organizzazione dell’evento prenda in considerazione l’idea di posizionare i venditori di Ramen in una posizione più gestibile.

Spero che queste mie considerazioni non vengano considerate sterili critiche, ma magari prese come spunto per migliorare l’evento e renderlo piacevole nel suo complesso.

Dimenticavo, ho fatto qualche altra foto domenica, le trovate come le precedenti sulla nostra pagina Facebook, o più semplicemente cliccando qui

Vi lascio con una foto di un acquisto non preventivato ma molto gradito che ora troneggia in camera mia *-*

About the_minimizer

Sviluppatore web 28enne, con una passione per il PC Gaming iniziata nei primi anni 90 su un Commodore PC1 ed evolutasi man mano con la tecnologia a sua disposizione, oggi player di World of Warcraft e Diablo III con qualche scappatella su simulatori automobilistici
Questo articolo è stato postato in Gadgets, Generic e taggato come , , , , . Salva nei preferiti il permalink.