League of Legends (LoL): Recensione

 
 


League of Legends (LoL) è un gioco ispirato da Defense of the Ancients (meglio conosciuto come DotA, una mappa custom ideata per il videogioco di strategia in tempo reale Warcraft III – Reign of Chaos – della Blizzard Entertainment) sviluppato e pubblicato da Riot Games.

Il concept di gioco è molto semplice, i giocatori sono divisi in 2 team composti da 3 o 5 campioni, in base alla modalità di gioco scelta. Ogni team ha la propria base, che contiene il punto di re-spawn (ovvero dove il campione del giocatore “rinasce” dopo essere morto), il negozio per gli item e il Nexus il cuore della propria base.
Si vince quando il Nexus degli avversari è distrutto o quando l’altro team si arrende.
Per distruggere il Nexus avversario ogni team deve farsi strada distruggendo una serie di torri ( Quando una torre viene distrutta, essa non può più essere ricostruita.) posizionate lungo le corsie principali per entrambe le basi, dette “Lane”, in modo da rallentare l’avanzata dei “Minions” (piccoli PNG che vengono costantemente creati dagli inibitori e che attaccano l’altro team) e dei campioni avversari. Se una squadra distrugge l’inibitore nemico, dei potenti “super Minions”, verranno spawnati per quella corsia. A differenza delle torri, gli inibitori dopo un determinato periodo di tempo verranno ricreati.
Durante la partita ogni giocatore deve guadagnare livelli (1-18) e oro uccidendo i campioni, i minions avversari o sconfiggendo i mostri neutrali.
La mappa presenta, oltre le corsie, delle aree di “giungla” dove si possono trovare i mostri neutrali a cui abbiamo appena accennato che, oltre ad oro ed esperienza aggiuntiva, una volta sconfitti hanno la possibilità di dare al campione speciali buff. Un’altra caratteristica speciale del terreno sono i cespugli, particolari aree che rendono invisibili gli eroi al loro interno permettendogli di nascondersi e preparare imboscate.
Con l’oro guadagnato è possibile acquistare degli “Items”, ovvero oggetti da equipaggiare al fine di migliorare le caratteristiche del proprio campione.  Salendo di livello, oltre a migliorare le statistiche complessive del personaggio, si può potenziare di un grado una delle 4 abilità disponibili, la più potente, detta “Ultimate”, è disponibile a partire solo dal sesto livello.
Esiste anche un livello relativo all’account che parte dall’1 e arriva al 30permettendo di sbloccare slot per le rune e abilità dette “Masteries”
Alla fine di ogni match vengono assegnati dei punti esperienza, per aumentare il livello del giocatore, e dei particolari punti, chiamati “IP”, necessari per l’acquisto di rune e nuovi campioni da usare nelle partite successive. I campioni possono essere sbloccati anche grazie ai “Riot Points”, detti più comunemente “RP”, acquistabili nello shop online del gioco tramite pagamento con soldi reali.

Modalità di gioco & Matchmaking

Attualmente esistono cinque diverse modalità:

  • Tutorial è la modalità di gioco dedicata a chi gioca per la prima volta, consiste in una sessione di gioco offline privata nella quale vengono spiegati i controlli base e gli obbiettivi principali.
  • Custom è la modalità che ti permette di creare manualmente delle sessioni di gioco oppure di partecipare a una sessione creata da altri giocatori, in questo tipo di partita possono anche essere aggiunti campioni controllati dal computer (bots), impostata una password ed il numero massimo di giocatori. Inoltre gli IP guadagnati a fine partita sono ridotti del 25%.
  •  Co-op  in questa modalità è possibile affrontare 5 bots controllati dal server con una squadra di 5 giocatori, è identica alla modalità Custom ma si differenzia per un livello della IA molto più elevato, nonostante mantenga la penalità agli IP a fine partita. Grazie alla migliore intelligenza artificiale la Co-op si rivela essere un ottimo banco di prova per testare nuovi personaggi o “Build” particolari (l’insieme di oggetti acquistati e abilità apprese durante la crescita del proprio campione) prima di esordire in una partita Normal.
  • Normal, in questa modalità Il Server crea automaticamente una partita e tenta di popolarlo con giocatori che permettano ad entrambi gli schieramenti di avere le stesse possiblità di vincere.  i giocatori si mettono in coda per il servizio di match-making automatico sia da soli (Solo) o come parte di un gruppo (Arranged Team). A fine partita sono valutati co il sistema Elo basato sui risultati delle partite in modalità normale in cui hanno partecipato. Il numero di vincite del giocatore in modalità normal è esposto pubblicamente mentre le non vengono pubblicate.
  •  Ranked modalità disponibile solo dopo il trentesimo livello. Anche se questa modalità è molto simile a quella Normal presenta due differenze principali. La prima è che il gioco utilizza una modalità detta “Draft”, nella quale ogni team può espellere 3 campioni dal gioco (in modo che nessun giocatore possa utilizzarli) e lo stesso campione non può essere contemporaneamente utilizzato da entrambe le squadre, in questo modo se il team A prende Ezreal, il team B non può a sua volta utilizzarlo. La seconda differenza è la presenza di un’esclusiva valutazione calcolata in base alle performance del giocatore nelle partite in modalità Ranked. Il giocatore è posizionato su una classifica basata sul suo rating e i team al top della classifica hanno la chance di competere alle “$100,100 Global Finals” alla fine della stagione.

Fields of Justice

Le mappe in League of Legends vengono chiamate Fields of Justice. Attualmente i giocatori possono scegliere quattro diversi Fields of Justice:

  • Summoner’s Rift è stata la prima mappa in assolutlo e assomiglia alla mappa di DotA. Ha 3 corsie e può supportare 5 giocatori per squadra.
  • Twisted Treeline è una mappa più piccola a 2 corsie e supporta solo 3 giocatori per squadra. Poichè la durata del gioco più corta in questa mappa, c’è una riduzione del 22% dell’XP e IP ricevuti quando il gioco è concluso.
  • The Proving Grounds è una mappa ad una sola corsia ed è disponibile solo nella modalità custom, suppota fino a 5 giocatori per squadra; la particolarità di questa mappa è che lasciato lo spawn non si puo’ comprare nulla, né si puo’ recuperare vita, fino alla morte successiva. È inoltre disabilitata l’abilità “Recall” che permette ai Champions di tornare allo spawn.
  • Dominion: Crystal Scar, una mappa dove 2 team di 5 giocatori non possono distruggere il Nexus della squadra avversaria attaccandolo direttamente, ma per farlo devono controllare 5 punti strategici collocati all’interno di una mappa organizzata a cerchio: ogni squadra ha 2 punti strategici vicini, facilmente difendibili, mentre il quinto punto (detto The Windmill) si trova esattamente a metà strada tra i due nexus e ed il punto più critico della mappa. Conquistando almeno 3 dei 5 punti di controllo diminuisce lentamente la vita del nexus avversario  da 500 punti vita a 0, con un ratio che aumenta all’aumentare dei punti strategici sotto il proprio controllo, possedere ad esempio 5 punti strategici contemporaneamente permette una vittoria schiacciante grazie alla morte rapida del nexus avversario.

 

Campioni

I Campioni sono le unità che verranno utilizzate dai player (uno a testa) ed aumenteranno di livello durante il match; ognuno di essi ha delle abilità e caratteristiche speciali che nè caratterizzano il tipo es. “Tank” o “Supporter” .
Il gioco all’epoca fu rilasciato con più di 40 Campioni disponibili ma nel corso degli anni Riot Games ha continuato a crearne di nuovi seguendo un percorso prestabilito aggiungendone uno nuovo ogni 2 o 3 settimane. Attualmente sono disponibili 106 Campioni.

All’inizio di ogni match ciascun giocatore sceglie un Campione tra quelli che ha sbloccato tramite punti “IP” o tra quelli che vengono resi temporaneamente gratuiti per essere provati senza la necessita d’esser precedentemente sbloccati.

I Campioni ricevono esperienza dall’uccisione di minions (PNG), campioni ed edifici della fazione opposta (Torrette). Accumulando esperienza il Campione salirà di livello fino al raggiungimento del 18°, il più alto; per ciascun livello guadagnato aumenteranno anche le statistiche e si guadagneranno dei punti abilità che potranno essere spesi per migliorare una delle abilità uniche del Campione.

Il gioco inizia con una piccola somma d’oro iniziale e per acquisirne altro bisognerà uccidere i minion con un “Killing Blow” (anche detto “Last-Hit” ovvero dare il colpo di grazia al minion) oppure uccidere un Campione avversario; alcune abilità ed item permettono di guadagnare un quantitativo extra di oro. L’oro che viene acquisito può essere speso al negozio in cambio di items e pozioni. Alcuni items possono essere combinati per crearne di più potenti seguendo delle speciali “recipe” (ovvero delle ricette che indicano la combinazione di item necessari per la creazione dei nuovi item). Questi items permettono di potenziare il Campione e comprare quelli giusti per il proprio è strategicame importante al fine di vincere la partita. In rete sono ormai disponibili diversi siti web in cui è possibile condividere e discutere sulle migliori combinazioni per ogni eroe.

Commento
League of Legend è sicuramente un gioco molto interessante per gli appassionati di DotA, grazie a un gameplay in continuo aggiornamento, una grande varietà di personaggi in continua espansione con la possibilità di customizzare quest’ultimi tramite le masteries e le rune insieme alla presenza delle varie liste ranked, rendendo League of Legends un F2P con una interiorità ed una longevità a dir poco infinita.

Pro   

  • Longevità infinita
  • Grande varietà di personaggi
  • Grafica piacevole ed interfaccia semplice
  • Gameplay bilanciato che privilegia la strategia e l’esperienza

Contro

  • Riservato agli appassionati di DotA
  • Poche mappe e scenari
  • Criterio di assegnazione del punteggio Elo poco chiaro

 

Informazioni:

Requisiti Minimi:

  • RAM: 1 GB (2 GB per Windows Vista e superiori)
  • Hard Drive: 2 GB di spazio libero
  • Scheda grafica: 512 MB o più VRAM, shader model 2.0 o più alto, supporto DirectX 9.0c o più recente
  • Connessione ad internet
Questo articolo è stato postato in Review, Strategici e taggato come , , . Salva nei preferiti il permalink.