Guild Wars 2: Discussione sulle Razze

 
 

GuildWars2-01-1280x720A differenza di molti altri MMORPG famosi (con l’eccezione di DC Universe, dove la razza è unica, quella umana), in Guild Wars 2 non si ha una grande varietà di scelta tra razze giocabili. Questo, in un certo senso, rende il sistema di gioco molto più semplice e bilanciato (meno combinazioni possibili) ma, allo stesso tempo, limita la personalizzazione del personaggio. Questo, in un gioco che punta all’estetica come GW2, a mio parere si è rivelato più un tallone di Achille che un punto di forza. Ma analizziamo più nel dettaglio il funzionamento delle abilità razziali, prima di puntare al Lore ed all’aspetto dei personaggi giocabili.

Le abilità razziali non si presentano come passive, ma come skill ad attivazione che andranno a sostituire un’abilità di classe. Presentato così, il meccanismo può risultare molto strano e contorto. Per comprenderlo meglio, basti sapere che la barra delle skill del personaggio è composta da due sezioni, quella delle Weapon Skills, che dipendono dall’arma impugnata e dalla classe giocata (attivabili mediante i tasti da 1 a 5 e da F1), e quella delle Utility skill, ovvero abilità di supporto che dipendono propriamente dalla classe (attivabili mediante i tasti da 6 a 0).

ntt-guild-wars-2-skill-bar

Le abilità razziali sono varie ed, a scelta, vanno a sostituire da uno a tutti gli slot Utility. Di conseguenza a seconda dello stile di gioco, estremamente personalizzabile in questo MMO, le razziali potrebbero risultare praticamente inutili per la classe che si sta giocando, o estremamente utili. Inoltre, le abilità razziali non possono essere utilizzate nel PVP strutturato, del quale andremo a discutere in un’ altra sezione.

Detto ciò, possiamo analizzare tranquillamente in dettaglio le razze, descrivendo in ordine la storia dietro ogni razza, l’aspetto ed, alla fine, il loro set di skill razziali.

Gli Umani

“Gli Umani hanno perso le loro terre native, la propria sicurezza e la propria gloria passata. Persino i loro Dei li hanno abbandonati. Ed ancora lo spirito umano rimane saldo. Questi coraggiosi difensori di Kryta continuano a combattere fino all’ultima oncia della loro forza.”

guild-wars-2-human

Razza presente nella quasi totalità degli MMORPG, gli Umani di Guild Wars 2 presentano una società travagliata e costantemente provata dalla guerra. Un tempo (Guild Wars) razza dominante di Tyria, hanno subito duri colpi. Delle loro antiche terre (prima tra tutte Orr, un tempo casa degli Dei stessi ed ora fonte di provenienza di tutti i Risvegliati, ovvero i non-morti) sono rimaste solo rovine infestate di mostri.  Il loro ultimo vanto, la Città di Ascalon, è stata persa secoli prima degli eventi di Guild Wars 2 a causa di una terribile guerra contro i Charr che, anche se vittoriosi, hanno perso l’intero esercito a causa dell’ultimo Re di Ascalon, Adelbern. Tra le due razze, ancora sono presenti terribili e vecchi rancori. E’ possibile, infatti, combattere contro i Separatisti (Umani) che non vedono di buon occhio l’alleanza con i loro antichi nemici ed, accusati di razzismo da parte della fazione dominante degli Umani (quella dei personaggi giocanti), vengono uccisi a vista. Sono governati da una sorta di Monarchia Costituzionale, con la Regina Jenna a capo del regno.

L’aspetto degli Umani è molto vario, anche a causa dei loro antichi imperi che si estendevano in tutto il mondo. La pelle può variare da tonalità chiare a molto scure, i capelli possono avere varie tonalità di colori tra il bianco ed il nero, senza passare per gli spettri blu e verdi, e la loro altezza può variare tra 1,50 ed 1,90 metri.

Protetti dal loro Pantheon, costituito da sei divinità maggiori, possono utilizzare le benedizioni della loro chiesa in combattimento. Grenth, il Dio della Morte, garantirà terribili veleni e sanguinamenti a tutti i nemici. Melandru, dea della natura, curerà condizioni incapacitanti. Dwayna, dea della vita, farà recuperare Hp, e così via. Si tratta di effetti molto vari e di supporto che ben si sposano con la caratterizzazione altrettanto varia della razza Umana.

I Charr

“La razza dei Charr è stata formata nel terribile crucibolo della guerra. E’ tutto ciò che conoscono. La Guerra li definisce e la loro missione per il dominio permette loro di andare avanti. I deboli e gli stupidi non hanno posto tra i Charr. La vittoria è tutto ciò che conta, e deve essere acquisita con ogni mezzo necessario e ad ogni costo.”

charr_sword

I Charr sono la razza militare per eccellenza tra quelle selezionabili in Guild Wars 2. Hanno rinunciato a tutti gli dei e vedono tutto il mondo, persino la magia e le armi, con grande cinismo. La loro cultura è sviluppata in maniera militare dove i neonati vengono cresciuti come guerrieri fin dalla nascita. Divisi in piccole tribù, unificate in seguito dal grande Khan-Ur, mossero guerra contro gli umani. Tuttavia, poiché gli Umani erano protetti dalle loro sei Divinità, i Charr, disperati, evocarono i Titani, esseri senzienti fatti di magma e fuoco. Nacque così la Legione di Fiamme che, grazie all’aiuto di queste nuove entità, riuscirono ad invadere Ascalon, capitale dell’impero Umano. Re Abeldern, tuttavia, decise di non cedere terreno a questo nuovo invasore e, quando tutto sembrava perduto, evoco il Fuoco dell’Odio, distruggendo ed annientando entrambi gli eserciti. Gli uomini morti continuano ancora oggi a perseguitare i Charr sotto forma di fantasmi, convinti di stare ancora proteggendo la loro adorata città. Così indeboliti, gli invasori non riuscirono a sconfiggere Ebonhawke, ultimo bastione dell’umanità, e furono costretti a firmare un trattato di pace.

Durante gli eventi di Guild Wars, tuttavia, i Titani vennero uccisi e la Legione di Fiamme si divise in quattro. La Legione di Ferro, la Legione di Cenere e la Legione di Sangue, fazioni dei personaggi giocabili, continuano ancora oggi a combattere i rimasugli della Legione di Fiamme originaria, alleata adesso con i Distruttori, creature create dal drago di fuoco Primordius.

I Charr si presentano come felini bipedi carnivori, alti da 2,20 a 2,60 metri. La loro disposizione di corna può variare e possono presentare una pelliccia simile in tutto e per tutto a quella dei grandi felini (leoni, giaguari e tigri).

Essendo maestri della guerra, le loro skill razziali sono concentrate soprattutto sulla richiesta di supporto ed equipaggiamento militare. Mortai, lanciarazzi, granate, lanciafiamme. Tutti oggetti con il loro preciso set di skill e con un solo scopo: infliggere il maggior danno nel minor tempo possibile. Tuttavia ciò manca di adattamento ed, a dirla tutta, è sconveniente cambiare arma in mezzo al combattimento, almeno per la maggior parte delle classi.

I Norn

“Questa razza di cacciatori torreggianti ha sperimentato una grande sconfitta quando il Dragone di Ghiaccio li ha scacciati dalla loro patria congelata. Tuttavia, loro non lasceranno che una battaglia perduta, per quanto pesante, smorzi il loro entusiasmo per la vita e per la caccia. Loro sanno che solamente colui che vince per ultimo riceverà ricompense leggendarie.”

The_Banners_of_War_concept_art

Poco si sa dei Norn prima del loro massiccio esodo verso le terre più inospitali ed abbandonate di Kryta. Il loro popolo è sempre stato nomade, focalizzato nel rispetto innato di tutto ciò che è vivo e, soprattutto, negli spiriti degli animali che, seppur prede, permettono loro di andare avanti e di sopravvivere. Vissuti in armonia isolati da tutte le altre razze, non hanno mai perso una battaglia, neanche contro il più tenace dei nemici. Tuttavia, un giorno, il Dragone Jormag si risvegliò nei Picchi Gelati e trasformò la maggior parte dei Norn presenti e l’intera fauna e flora locali in distorte creature di ghiaccio sotto il suo comando. I pochi superstiti migrarono verso Sud ed, una volta riunitisi in una sola, grande tribù, mossero guerra contro i loro fratelli e sorelle corrotti dal ghiaccio, i Figli di Svanir, dal nome del primo di loro a cadere sotto l’influsso nefasto del Drago. A dispetto del loro innato ottimismo, della loro allegria e della loro stessa natura, facile alla rabbia ma ancora più facile al perdono, continuano a combattere – e a vincere – battaglie contro numerosi nemici. Si tratta di una razza divisa in singoli individui che, da soli, combattono insieme ad altri solamente per costruire la loro Leggenda Personale, che in realtà è tutto ciò che conta. Una volta ricevuto aiuto dalle altre razze, questi giganti combatteranno al fianco dei loro nuovi alleati fino alla fine, anche se ciò dovesse richiedere anni ed immensi sacrifici.

I Norn hanno l’aspetto di alti e possenti umani alti dai 2,70 ai 3,50 metri. Raramente sono abbronzati, pur vivendo ad altissime quote, e per questo proteggono la loro pelle con intricati tatuaggi. I capelli hanno la stessa gamma cromatica degli umani ma, in maniera estremamente rara (e non ottenibile durante la prima schermata di creazione personaggio) possono possedere capelli azzurri come il cielo o con sfumature violacee.

Grazie alla loro cultura sciamanistica, le abilità razziali dei Norn consentono loro di ottenere set di skill completi e temporanei grazie alla trasformazione in uno dei quattro animali maggiori, cioè Orso, Lupo, Corvo e Leopardo delle Nevi. Tuttavia ciò annulla praticamente bonus conferiti dalle armi od, in generale, dall’armatura equipaggiata. Di conseguenza, le loro skill sono molto meno utilizzate rispetto alle altre.

I Sylvari

“I Sylvari non sono nati. Si risvegliano all’interno dell’Albero Pallido con la conoscenza che hanno acquisito nel loro Sogno pre-vita. Questi esseri nobili viaggiano, cercando avventura e perseguendo vari scopi. Loro lottano per bilanciare la curiosità con il dovere, entusiasmo con la nobiltà e guerra con onore. La magia ed il mistero si intrecciano per formare il futuro di questa razza che è apparsa solo di recente.”

hero-sylvari

Ronan, un soldato umano, trovò un seme di un albero in una caverna. Tornato a casa, trovò la sua famiglia trucidata dai Mursaat, una sorta di dei oscuri che, in Guild Wars, erano in guerra costante con le sei divinità. Piantò l’albero sulle loro tombe e strinse una strana amicizia con il centauro Ventari che, alla sua morte, incise le sue memorie e le sue idee di pace su una pietra che depose alla base dell’albero.

Secoli dopo, da quell’albero piantato in un luogo segreto, nacque il primo Sylvari.

I Sylvari, prima di nascere, vivono insieme in un luogo fuori da questo mondo, il Sogno dei Sogni, dove possono imparare a conoscere il mondo osservando le esperienze di coloro che si sono risvegliati in precedenza. Appaiono come umani composti di foglie di vario colore, con linfa dorata che scorre nelle loro vene. Le loro ossa sono composte di legno massiccio e le loro orecchie sono, di norma, appuntite. Sono onesti e schietti, con grande curiosità verso la vita ma con poco controllo verso le emozioni e, quindi, con poco rispetto verso qualunque cosa che non sia un mistero da scoprire. Essendo una razza giovane, i Dragoni non sono in grado di corromperli, preferendo quindi ucciderli a vista.

Le abilità razziali si basano sulla manipolazione delle piante e sulla creazione di varie torrette con effetti diversi. Fiori curativi e sparasemi che, venendo usate contro i Risvegliati, peggiori nemici dei Sylvari, fanno pensare ad una sorta di riferimento a piante contro zombi. Lo scopo delle loro torrette, che sia di danno, curativo o di altro tipo, è di supporto.

Gli Asura

“Questi inventori alchemagici possono essere bassi di statura, ma sono giganti in intelletto. Presso gli Asura, non è il più forte che sopravvive, ma il più intelligente. Le altre razze pensano di poter comandare grazie al loro potere e alla loro forza, ma si stanno illudendo. Quando i tempi saranno maturi, tutti serviranno gli Asura.”

asura_mech

Poco è conosciuto della storia degli Asura, e a buona ragione. Una razza orientata verso il progresso e la tecnologia così avanzata, ha poco rispetto o utilizzo per la storia. Quel che si conosce di loro è che hanno vissuto isolati dal mondo, nascosti nel sottosuolo, finchè il Dragone di fuoco, Primordius, non si è risvegliato. Similmente ai Norn, sono stati costretti ad un esodo in massa. Tuttavia la maggior parte di loro ha imparato ad imbrigliare la magia della superficie, riuscendo ad accelerare ancora di più il loro progresso. Armi satellitari, Golem meccanici con numerosi gadget, persino simulatori di realtà virtuale. Totale è il progresso degli Asura, e la ricerca è tutto ciò che conta.

Per gli standard umani, gli Asura sono molto bassi. In grado di arrivare sì e no alla cintura di un Norn, questi esseri hanno un’altezza media pari ad un metro. Sono magri, ma con teste, mani e piedi sproporzionati rispetto al resto del corpo. La testa è un largo ellissoide esteso ancora di più da larghe orecchie. Gli occhi sono grandi e posseggono una vasta varietà di colori. Di pelle grigia e capelli scuri, la loro bocca è irta di denti simili a quelli di uno squalo.

Le abilità razziali si focalizzano sulla loro tecnologia. E’ possibile evocare torrette elettriche, laser satellitari, guidare un golem da battaglia nel mezzo della mischia. Si basano su Stun e vari Crowd Controls, particolarmente utili in dungeon.

Opinioni generali

Le razze di Guild Wars 2 sono ben caratterizzate, questo è ovvio. Tuttavia, la loro unica varietà in termini di gioco consiste nel loro aspetto. Le skill razziali, per quanto utili, spesso vanno a sostituire altre abilità vitali e, quindi, non possono assolutamente esprimere il loro pieno potenziale. Se devo dirla tutta, il sistema di razze è un grosso neo del gioco, anche se in generale molti altri fattori riescono a rendere questo MMO piacevole  da giocare.

Questo articolo è stato postato in Guild Wars 2 e taggato come , , , , , , , . Salva nei preferiti il permalink.